30 Giu 2020

Brexit – soft launch for UK Import

Settimana intensa a “Brexitland”…. Alcuni dei nuovi processi menzionati di seguito riguardano esclusivamente l’importatore inglese. Vi aggiorneremo appena avremo maggiori dettagli e novità

ESTENSIONE DEL PERIODO DI TRANSIZIONE

Mentre la scadenza per la richiesta di una proroga è ufficialmente il 30 giugno, la data reale era il 12 giugno (dalla parte del Regno Unito). Dunque il Regno Unito ha formalmente confermato [all’UE] che NON richiederà una proroga e non acconsentirà a una richiesta dell’UE, divenendo così dal 1° Gennaio 2021 a tutti gli effetti un Paese terzo (applicate le procedure di un paese Extra UE)

LANCIO “SOFT” per IMPORT UK

Il Regno Unito ha annunciato un approccio graduale. Questo approccio riguarda solo le importazioni dall’UE verso il Regno Unito (sia che provengano dall’UE continentale o dall’Irlanda). Di seguito i dettagli delle fasi:

Dal 1 ° gennaio 2021 le importazioni avranno accesso a un processo noto come PESC EIDR (procedure semplificate di trasporto doganale, iscrizione nei registri dei dichiaranti). A tutti gli effetti questo sembrerà un “TSP”. Alcuni prodotti sono esclusi e richiederanno dichiarazioni di frontiera (ad esempio prodotti soggetti ad accisa). L’elenco completo seguirà probabilmente a quello delle merci controllate da “TSP”. Nell’ambito della procedura “EIDR PESC” si ha a disposizione fino a sei mesi per presentare la dichiarazione d’importazione, ma DOVENDO tenere I registri di import. Questo vantaggio dovrebbe essere disponibile per tutti senza la necessità di richiederlo.

Dal 1 ° aprile 2021 Per spedizioni di natura “SPS” si richiederà la certificazione sanitaria e la pre-notifica (IPAFFS), ma saranno effettuati pochissimi controlli fisici.

I controlli SPS* saranno inizialmente “soft”, ad eccezione degli animali vivi e delle piante ad alto rischio

– Le dichiarazioni “S&S” (Sicurezza e protezione) NON saranno richieste sulle importazioni dal Regno Unito fino al 1 ° luglio 2021

Dal 1 ° luglio 2021 l’EIDR PESC sarà disattivato, a meno che non sia stata già richiesta la completa approvazione. Le dichiarazioni di frontiera saranno richieste in tutti i casi dal 1 ° luglio.

Saranno effettuati controlli SPS completi. Documenti, “TRACES NT, IPAFFS” e merci dovranno entrare tramite un “BCP” (posto di controllo di frontiera, precedentemente noto come PIF). Non è ancora chiaro se tutti gli SPS dovranno visitare un BCP, allo stesso modo non sappiamo ancora dove sarà il BCP.

* SPS = Sanitario e fitosanitario (prodotti di origine animale, piante, ortaggi, frutta e prodotti).

AGEVOLAZIONE SUI DAZI (INIZIALMENTE)

Uno dei vantaggi invisibili del TSP era che il dazio (se presente) diventava una transazione direttamente tra HMRC e l’importatore. Il fornitore della logistica, lo spedizioniere o il broker non avevano bisogno di garantire il pagamento. Ciò sarebbe particolarmente utile quando gli incoterm sono DAP o simili. Da ricordare che queste agevolazioni hanno una data di fine (30 giugno 2021), ma almeno per i primi sei mesi, le importazioni nel Regno Unito possono essere gestite senza che il mittente (fornitore della logistica) debba preoccuparsi della responsabilità fiscale.

[top]